Calderara              Collezione Peruzzi grafica e multipli di arte italiana contemporanea

 

_________________________________________________

origini e scopi

il contenitore

gli artisti

autismo e arte

il catalogo

in vendita

approfondimenti

recensioni

bibliografia

i servizi

le iniziative

progetto scuole

video arte

consigli

corrispondenza

contatti

links

 

Alberto Calderara (Abbiategrasso 1903 - Vacciago di Ameno 1978)Antonio Calderara inizia con studi di Ingegneria che interrompe nel 1925 per consacrarsi alla pittura. La sua prima vera esposizione risale al 1929. Calderara è un artista autodidatta. Nei suoi primi anni l'artista lavora in uno stile impressionista: paesaggi, nature morte vicine alla poetica di Morandi, dei ritratti, qualche scena di genere, dei quadri religiosi; il suo stile si caratterizza in quel periodo con forme stilizzate, una costruzione rigorosa ed una tavolozza di colori ridotta. I soggetti vengono trattati in modo intimista, spesso sono formati ridotti. Calderara riscuote grande successo. Dagli anni 30 agli anni 50, l’artista esperimenta più vie.
Nel 1959, Calderara dipinge la prima opera totalmente astratta. sviluppando un'astrazione nei toni pastello che ricordano le opere di Albers, lavora sull'interazione dei colori. Numeri e proporzioni hanno grande importanza per l'artista, definirà il suo approccio geometrico come « spazio mentale ». Si legherà a Fontana, Soto e Manzoni. A partire dal 1959, i suoi oli come gli acquarelli mostrano - in un formato spesso quadrato - delle composizioni sull'orizzontale ed il verticale; la tavolozza, quasi monocroma, traduce la luce e spazio in grandi sfumature dove regnano ordine e silenzio.
Caldera ha partecipato a numerose esposizioni di gruppo : Biennale di Venezia (1948 e 1956), Quadriennale di Roma (1948).... Fra le numerose personali sottolineiamo quella del Stedelijk Museum di Amsterdam (1977), e poi dopo la sua scomparsa quelle del Kunstverein di Düsseldorf e del Museo Wilhem-Hack di Ludwigshafen (1981 e 1982). L’opera di Antonio Calderara è presente al Museo di Grenoble e alla Collezione Calderara, nella casa-museo di Vacciago, dove
Antonio Calderara costituì la sua collezione mediante acquisizioni e scambi con gli artisti suoi contemporanei.

Vasta e di grande livello la sua produzione grafica.

 
   

 

CP165  CALDERARA  1969

senza titolo

serigrafia

     

_____________________________________________________________________________________________

Collezione Peruzzi     Milano     collezioneperuzzi@collezioneperuzzi.it     Copyright © 2002-2016 Collezione Peruzzi